Marzamemi, Cinema di Frontiera crocevia di linguaggi artistici differenti

marzamemi 2Un concorso di lungometraggi e uno di corti. Incontri letterari e una mostra fotografica. Non è solo una manifestazione cinematografica, ma una grande kermesse culturale la tredicesima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Frontiera, in programma dal 23 al 28 luglio prossimi. Lo ha ribadito il direttore artistico della manifestazione, Nello Correale, nel corso della conferenza stampa che si è tenuta oggi sabato 20, nel cortile del Palazzo di Villadorata in piazza Regina Margherita a Marzamemi.

“Il Festival di Marzamemi – ha annunciato Correale – riconferma tutti gli obiettivi che si era posto 13 anni fa: un concorso di lungometraggi, uno di cortometraggi e ospiti che vengono a sostenere la cornice fatta da tre schermi in contemporanea tra piazza Regina Margherita, la tonnara, il cortile di  Villadorata e la sala del circolo soci della Bcc a Pachino, oltre a tanti altri eventi artistici e culturali. E siamo orgogliosi – ha aggiunto – di avere un pubblico di affezionati cinefili, ma anche semplicemente di passaggio in questo angolo di Sicilia che ci segue da tanti anni. Ma la cosa più importante e gratificante è vedere riconfermato, da parte degli autori e dei produttori del mondo del cinema, il loro interesse a presentarsi e a partecipare a quello che per loro è un evento importante. Dopo tanti anni, inoltre, scopriremo il lato nascosto del commissario Montalbano, forse il personaggio televisivo più conosciuto al mondo. E a raccontarcelo sarà proprio il “padre” televisivo di questo personaggio e cioè il regista Alberto Sironi che, dalla penna allo schermo, ci svelerà aspetti del commissario Montalbano che nemmeno i cinefili conoscono”.

marzamemiAlla conferenza stampa ha partecipato anche il sindaco di Pachino Paolo Bonaiuto, che ha precisato: “Il Festival è un evento di vitale importanza per il nostro territorio. Nel corso degli anni la manifestazione si è stretta in modo così inscindibile al borgo marinaro da divenire parte di Marzamemi e della sua storia. Da sottolineare, infine, che quella che comincerà il prossimo martedì rappresenta la più importante manifestazione culturale pachinese e di tutto il sudest siciliano, ecco perché questa amministrazione ha deciso di tutelarla, sostenerla e valorizzarla. Puntiamo a un turismo di qualità e il Festival internazionale del Cinema di Frontiera rappresenta la via maestra che può condurci a una vera e propria svolta a Marzamemi.

Nel cortile del palazzo di Villadorata, stamattina, erano presenti anche: il vicepresidente del Centro commerciale naturale Marzamemi Antonio Garrano, il responsabile dell’Isola del Gusto Peppe Sessa, il vicepresidente della Banca di Credito Cooperativo di Pachino Franco Lao, il direttore della Cooperativa Faro Salvatore Chiaramida e Carlo Scollo di Feudo Ramaddini.

9 su 10 da parte di 34 recensori Marzamemi, Cinema di Frontiera crocevia di linguaggi artistici differenti Marzamemi, Cinema di Frontiera crocevia di linguaggi artistici differenti ultima modifica: 2013-07-20T14:34:44+00:00 da Lucio Di Mauro
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0