Niscemi, anche il Tar blocca il Mous

Respinta la richiesta del Ministero della Difesa di dichiarare la sospensiva del provvedimento della Regione che ha revocato le autorizzazioni per la costruzione del Muos, il sistema di comunicazione satellitare delle forze armate Usa a Niscemi in provincia di Caltanissetta. In base alla decisione del Tar di Palermo rimane in vigore la decisione della Regione di bloccare i lavori, che vengono contestati dalle popolazioni locali nel timore di conseguenze sulla salute per le emissioni dei radar.

Gli avvocati che difendono il coordinamento dei comitati No Muos si erano detti “fiduciosi” sulla decisione del Tar, auspicando “nel rigetto della sospensiva richiesta dal ministero della Difesa contro la revoca delle autorizzazioni per la costruzione della stazione radar, adottata dal governo regionale”. Secondo gli attivisti i lavori starebbero proseguendo con la realizzazione di una nuova torretta. Gli attivisti No Muos presenti davanti al Tar assieme ai legali, hanno contestato il Questore e del Prefetto di Caltanissetta, per l’azione condotta dalle Forze dell’Ordine il 19 giugno scorso quando alcuni militanti avevano impedito l’uscita di un gruppo di giornalisti dalla base di contrada Ulmo a Niscemi. I No Muos sono stati multati per blocco stradale con sanzioni da un minimo di 2.500 a un massimo di 10.000 euro.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0