Taurianova, infiltrazioni mafiose sciolto il consiglio comunale

La storia si ripete per il popoloso centro della Piana di Gioia Tauro. La decisione è stata assunta su proposta del Ministro dell’interno, Angelino Alfano. Sciolto il Consiglio comunale di Taurianova. L’annuncio è venuto al termine del Consiglio dei Ministri. Il Comune era già stato sciolto nel recente passato quando alla guida dell’Ente c’era un commissario insediato dopo le dimissioni del sindaco Domenico Romeo, lo stesso che era alla guida del Comune dopo le elezioni del maggio del 2011. La commissione d’accesso dopo sei mesi di permanenza ha riscontrato presunte interferenze esterne.

E’ la terza volta che il consiglio comunale di Taurianova viene sciolto per infiltrazioni della criminalità organizzata. La decisione presa dal Consiglio dei ministri è giunta al termine del lavoro della commissione d’accesso antimafia che era stata disposta nell’ottobre scorso dal Prefetto di Reggio Calabria, Vittorio Piscitelli. La commissione ha effettuato una ricognizione sull’attività del Comune ed ha accertato infiltrazioni da parte della criminalità organizzata.

Il primo scioglimento del consiglio comunale è avvenuto il 2 agosto del 1991, il secondo episodio risale al 23 aprile del 2009. Successivamente nel Comune reggino si sono verificati numerose intimidazioni nei confronti degli amministratori.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0