Totò Riina conferma l’esistenza della trattativa Stato-mafia

Agli agenti penitenziari avrebbe raccontato che a farlo arrestare furono Bernardo Provenzano e Vito Ciancimino. Le parole del boss, che non collabora con la giustizia, sono finite in una relazione degli agenti che è stata depositata agli atti del processo sulla trattativa insieme agli interrogatori delle guardie carcerarie che hanno sentito le frasi di Riina.

Dalle parole del boss verrebbe una conferma alle dichiarazioni del figlio di Ciancimino, Massimo, che ha raccontato ai Pm che furono il padre e Provenzano a fare arrestare Riina ai Carabinieri a gennaio del 1993. Il padrino avrebbe fatto riferimento poi alla circostanza che qualcuno sarebbe andato da lui. Una frase sibillina che potrebbe alludere al tentativo di dialogo avviato dal Ros con Riina attraverso Vito Ciancimino che avrebbe segnato l’avvio della trattativa.

9 su 10 da parte di 34 recensori Totò Riina conferma l’esistenza della trattativa Stato-mafia Totò Riina conferma l’esistenza della trattativa Stato-mafia ultima modifica: 2013-07-02T01:10:26+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0