Orune, agguato all’allevatore Francesco Sestu

L’auto dell’uomo di 50 anni è stata crivellata da dieci colpi di pistola. Con lui in macchina c’era anche una bambina di un anno e mezzo. I malviventi lo hanno intercettato mentre transitava nel centrale Corso Repubblica e hanno fatto fuoco centrando il lunotto della vettura su cui l’uomo viaggiava con la nipotina e il figlio Emanuele di 24 anni. La prontezza di riflessi del conducente ha evitato il peggio.

I militari dell’Arma hanno già effettuato controlli e perquisizioni in tutta la zona, finora senza alcun esito. Una pista viene seguita più di altre. Quella che porta ad Alessandro Sestu, figlio dell’allevatore, attualmente in carcere per scontare una condanna a 20 anni per il duplice omicidio di Amerigo Zori e Pasquale Coccone, due giovani di Orune uccisi all’interno di un bar del paese il 4 aprile di 9 anni fa per questioni di bestiame. Il giovane è reo confesso. Per la stessa vicenda giudiziaria Marco Pala, arrestato dopo 5 anni di latitanza, sta scontando l’ergastolo. I due erano a volto scoperto (avvenne davanti alla fidanzata di Coccone, Pina Paola Monni). Per lei era stato attivato il programma di protezione dei testimoni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin