L’Europa racconta se stessa attraverso i suoi diritti in Madame

Giordana_MorandiniUn excursus attraverso i diritti fondamentali tutelati dalla Carta dei diritti dell’Unione europea, raccontato con il linguaggio del teatro è lo spettacolo “Madame”, scritto e diretto da Fabio Mureddu e prodotto da Real Management in collaborazione con Zètema progetto cultura.
Lo spettacolo, in scena il 29 maggio alle 18 presso il Centro sociale anziani “Villa Lais” ed il 31 alle 18 presso il Centro culturale “Gabriella Ferri”, è ad ingresso gratuito fino ad esaurimento posti.

“Madame” è una performance di intrattenimento che, con la complicità di un linguaggio fresco e divertente, porta in scena una storia ragionata d’Europa, attraverso i suoi diritti fondamentali.
Nella piéce la protagonista, interpretata dall’attrice Giordana Morandini, racconta una storia che abbraccia temporalmente la vita quotidiana italiana dalla seconda guerra mondiale ad oggi. Una realtà fatta di piccole vicende umane dove quei diritti garantiti, e talvolta ritenuti ovvi, presenti in Europa appaiono negati. Lo spettacolo sarà accompagnato musicalmente dal violino di Alessandro Contadini.

Questa performance ha l’urgenza di informare, seppur con la complicità di una narrazione fresca e divertente, sul lavoro della Comunità Europea in materia di protezione e di tutela, di conservazione storica e di costruzione di relazioni interculturali.

«”Madame” parla di Europa – dichiara il regista Fabio Mureddu – ma soprattutto racconta cosa succede quando quei diritti, che l’Unione europea si preoccupa di tutelare sin dalla stesura della sua costituzione, vengono negati».

Calendario repliche:

– 29 maggio presso il Centro sociale anziani “Villa Lais” alle 18
– 31 maggio presso il Centro culturale “Gabriella Ferri” alle 18

9 su 10 da parte di 34 recensori L’Europa racconta se stessa attraverso i suoi diritti in Madame L’Europa racconta se stessa attraverso i suoi diritti in Madame ultima modifica: 2013-05-28T16:16:59+00:00 da Etcetera Comunicazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0