San Luca, sciolto per mafia il Comune

Il Cdm ha sciolto il Comune di San Luca per condizionamenti da parte della criminalità organizzata. Il provvedimento è stato adottato dopo l’accesso antimafia disposto dal prefetto di Reggio Calabria, Vittorio Piscitelli, su delega del Ministro dell’Interno.

Il sindaco di San Luca, Sebastiano Giorgi, si è detto ”amareggiato e sorpreso” per la decisione. ”Abbiamo sempre operato – aggiunto – nel segno della legalità e della trasparenza”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0