Savona, Ambito Territoriale Minimo per la distribuzione del gas

“Con il D.Lgs 23.5.2000 (Decreto Letta) si stabilisce che l’attività della distribuzione del gas naturale deve essere affidata con gara di evidenza pubblica e che tale compito venga svolto dai Comuni.

La Legge 29.11.07 n. 222 stabilisce i criteri di gara nonché gli ambiti territoriali; la Legge n. 134 2012 stabilisce l’obbligo di procedere alle gare solo per gli Ambiti territoriali minimi.

Il Comune di Savona, in quanto capoluogo di Provincia assume il ruolo di “Stazione appaltante” per l’Ambito denominato Savona 2 – Nord Est, che comprende altri 28 Comuni, tra cui 2 fuori provincia (Arenzano e Cogoleto) e 2 fuori regione (Montezemolo e Castelnuovo di Ceva).

La Legge prevede che il futuro “Gestore Aggiudicatario” che svolgerà poi il servizio di distribuzione corrisponderà un corrispettivo una tantum.

L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas ha fissato questo corrispettivo in Euro 484.000,00 di cui 136.000 a copertura degli oneri per i costi dovuti al funzionamento di “Stazione Appaltante” (per il controllo delle reti già esistenti nei 29 Comuni dell’ATEM) ed un’altra somma (a partire da Euro 20.000,00) per un soggetto esterno con compiti di supporto al Comune, da individuare mediante avviso pubblico, stante l’art. 9 del nostro Regolamento.

Pertanto, la Giunta ha determinato: una variazione di bilancio; il reperimento di un soggetto esterno idoneo con compiti di supporto; la formalizzazione dell’Ambito Territoriale; la predisposizione della documentazione, così suddivisa, entro le seguenti date:

15/6/13 preparazione e pubblicazione avviso pubblico;

31/7/13 valutazione domande;

31/8/13 presentazione della procedura di gara;

30/9/13 incontri con i Comuni;

15/12/13 redazione protocollo di intesa;

15/4/14 acquisizione atti concessori e dati tecnici estimativi delle reti di distribuzione dei vari Comuni dell’ATEM;

15/6/14 affidamento servizio per valutazione dei dati tecnici estimativi;

15/12/14 verifica tecnico estimativa dei dati acquisiti;

 31/3/15 deliberazione comunale per l’avvio procedura gara;

 11/5/12 predisposizione bando gara.

Con questo complesso lavoro Savona diventa “Stazione Appaltante” per la distribuzione del gas per tutto il comparto territoriale, e oltre, conformandosi a specifiche direttive europee ed ai principi fondamentali in tema di libertà di impresa e di apertura alla concorrenza stabiliti nel trattato comunitario. Pertanto, il nostro mercato interno si assesta su standard e livelli internazionali”.

E’ quanto scrive in una nota stampa Francesco Lirosi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Savona.

9 su 10 da parte di 34 recensori Savona, Ambito Territoriale Minimo per la distribuzione del gas Savona, Ambito Territoriale Minimo per la distribuzione del gas ultima modifica: 2013-05-07T10:47:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0