Crotone, stretta sull’occupazione abusiva del suolo pubblico

comune crotoneÈ intenzione dell’Amministrazione comunale riportare l’ordine in Città a proposito della viabilità, degli spazi abusivamente occupati dai venditori di frutta, verdura e pesce. Eventi che, unitamente al continuo deposito degli escrementi dei cani sui marciapiedi, hanno reso invivibile le strade ed i marciapiedi. Di fronte a tanto degrado ed alle continue lamentele dei cittadini, la Giunta Comunale nel corso del consueto confronto sul programma amministrativo, ha deciso di intensificare, attraverso il corpo dei vigili urbani, i controlli di quanto detto sopra.

Le multe stanno incominciando a fioccare a carico dei proprietari di cani che imbrattano le strade cittadine, un’altra stretta viene data dall’Amministrazione Comunale in direzione del ripristino della vivibilità cittadina.

A sintetizzare il pensiero dell’intera componente amministrativa, l’assessore alle Attività Produttive Franco Barretta: “occupare il suolo pubblico in maniera disordinata, ed in alcuni tratti selvaggia, è un danno che si reca a tutta la comunità. Intensificare i controlli significa in primo luogo sanzionare chi non rispetta i regolamenti comunali ma anche le elementari norme del vivere civile creando danni alla collettività”.

“Dobbiamo e vogliamo tutelare anche coloro che nell’esercizio della propria attività rispettano le regole. Nessun intento vessatorio ma solo la richiesta legittima e naturale da parte di tutta la comunità del rispetto delle regole” conclude l’assessore Franco Barretta.

Il nuovo comandante del Corpo dei Vigili Urbani, Domenico Clausi, e l’intero settore sta affiancando l’amministrazione in questa attività di controllo che, così come già evidenziato per i proprietari di cani, necessita anche della collaborazione di quanti utilizzano il suolo pubblico.

9 su 10 da parte di 34 recensori Crotone, stretta sull’occupazione abusiva del suolo pubblico Crotone, stretta sull’occupazione abusiva del suolo pubblico ultima modifica: 2013-04-25T14:57:21+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0