Cessaniti, indebita percezione di finanziamenti comunitari nei guai Domenico Bonavena

91

Aveva ottenuto indebitamente fondi per le campagne di incentivazione della produzione di olio di oliva per gli anni dal 1999 al 2009. Questa l’accusa per la quale la Corte di Conti ha condannato Domenico Bonavena, 82 anni, di Pannaconi di Cessaniti, in provincia di Vibo Valentia, al risarcimento del danno nei confronti dell’Agea e dell’Agenzia del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali per una somma complessiva di oltre 40 mila euro. 

Domenico Bonavena avrebbe omesso di comunicare all’Agea di essere stato condannato per associazione mafiosa con sentenza definitiva. La legge vieta ai condannati per gravi reati di poter accedere a qualunque finanziamento pubblico.