La Ferrari cerca il bis in Bahrain

In casa del Cavallino il clima è euforico, ma il team principal Stefano Domenicali si trasforma in pompiere. “Quello di Shanghai è stato un grande fine settimana. La squadra ha lavorato molto bene e Fernando ha disputato una gara straordinaria. Mi è dispiaciuto per Felipe Massa, che ha visto svanire le possibilità di terminare la gara nelle primissime posizioni per un problema di “graining”. Il risultato è sicuramente una bella spinta in vista della tappa in Bahrain che ci attende tra pochi giorni. La F138 ha evidenziato una buona performance ma non crediamo di essere arrivati al vertice. Una vittoria è importante, ma abbiamo davanti una stagione ancora molto lunga e sappiamo di avere ancora molto lavoro davanti a noi. Dobbiamo migliorare la nostra velocità in qualifica e non sappiamo ancora come classificare i nostri avversari, perché nelle prime tre gare non c’è stata una costanza di rendimento”.

In queste ore, gli uomini in rosso cominciano a lavorare nei box del circuito di Sakhir. “Ci aspettano condizioni differenti da quelle incontrate finora – dice Domenicali – con temperature molto elevate che influiranno sulle prestazioni e sul comportamento delle gomme. Sulla pista di Shakir sono molto sollecitati anche i dispositivi di raffreddamento, ma come al solito faremo tutto il possibile per preparare al meglio il set-up della F138. Se in questa stagione vogliamo raggiungere gli ambiziosi obiettivi che ci siano prefissati, abbiamo bisogno che i nostri piloti possano esprimersi sempre al meglio. E’ positivo constatare che dopo le prime tre gare dall’anno sono entrambi nella top-5 della classifica di campionato, e il nostro obiettivo resta sempre quello di fornire a Fernando e Felipe una buona monoposto in ogni occasione”.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Ferrari cerca il bis in Bahrain La Ferrari cerca il bis in Bahrain ultima modifica: 2013-04-17T03:22:29+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0