Barletta, premiato il coraggio di Anna

Dopo essersi aggiudicato, nel 2012, la borsa di studio messa in palio dall’Amministrazione comunale di Barletta (in collaborazione con l’Archivio della Resistenza e della Memoria) e dedicata alla memoria di Maria Grasso Tarantino, il cortometraggio “Il coraggio di Anna”, realizzato dagli studenti dell’Istituto “Colasanto” di Andria, ha trionfato all’edizione corrente del festival internazionale “Orzincorto”, promosso dalla municipalità di Orzinuovi, località in provincia di Brescia.

Il documentario vincente è ispirato alla storia vera del sacrificio, durante il secondo conflitto mondiale, della giovane staffetta e crocerossina partigiana, di origini pavesi, Anna Maria Mascherini, torturata e fucilata dai nazisti per non aver rivelato il rifugio, nella zona dell’Oltrepo, di alcuni esponenti della Resistenza, tra cui il barlettano Francesco Gammarota, scomparso circa tre anni or sono, valoroso combattente delle brigate Garibaldi con il nome di battaglia “Brancaleone”. Per quest’ultimo, il gesto compiuto dall’eroica ed altruista ragazza equivalse alla salvezza e solo nel 2005, dopo complesse ricerche, egli riuscirà a conoscerne l’identità e a deporre fiori sulla lapide dove riposa, nel cimitero di Voghera.

Il corto presentato con successo in Lombardia (la manifestazione era aperta a tutte le scuole di ogni ordine e grado, accademie cinematografiche, università e filmaker), rielabora la drammatica vicenda affidandola all’ideale narrazione della protagonista, coraggiosa figura femminile che i ragazzi del “Colasanto” avevano conosciuto proprio attraverso la testimonianza diretta dell’ex partigiano “Brancaleone” durante incontri didattici svoltisi ad Andria e nell’Archivio della Resistenza e della Memoria.

La premiazione ufficiale dell’opera è in programma ad Orzinuovi, il prossimo venerdì 12 aprile.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin