Salerno, usura in manette anche Matteo Romano ex direttore di banca

L’uomo di 46 anni concedeva nullaosta per conti correnti a commercianti e imprenditori inaffidabili. Ex direttore di banca, Matteo Romano, è tra le persone fermate nell’ambito del giro d’usura da 2 milioni di euro, con tassi d’interessa fino a 4000 per cento all’anno, scoperto dai carabinieri nel Salernitano.

Fermati anche il presunto ”deus ex machina” dell’organizzazione, il commerciante Rocco Ravallese, e un pregiudicato, Antonio De Maio, entrambi irpini e di 46 anni.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin