Ancora la mafia al Sud, sciolti i Comuni di Mascali, Melito Porto Salvo, Polizzi Generosa, Quarto, Siderno e San Calogero

Ai sensi della normativa antimafia decadono sei consigli comunali: Polizzi Generosa in provincia di Palermo, Mascali nel Catanianese, Quarto in provincia di Napoli, Melito Porto Salvo e Siderno nel Reggino e San Calogero in provincia di Vibo Valentia. Prorogato per 6 mesi dello scioglimento del Consiglio comunale di Nardodipace nel Vibonese.

Il 25 febbraio scorso il prefetto di Reggio Calabria, Vittorio Piscitelli, aveva sospeso il Consiglio comunale di Melito Porto Salvo, avviando la procedura per lo scioglimento dell’organismo per infiltrazioni mafiose. Il Consiglio era già stato sciolto dopo le dimissioni della maggioranza dei componenti l’organismo che avevano fatto seguito all’arresto, con l’accusa di associazione mafiosa, del sindaco Gesualdo Costantino. Il 28 giugno del 2012 lo stesso Prefetto aveva sospeso il Consiglio Comunale di Siderno dopo le dimissioni del sindaco Riccardo Ritorto. L’ex sindaco si era dimesso per gravi e importanti motivi di salute, dopo aver però ricevuto un avviso di garanzia nell’ambito dell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria “Falsa politica”, che ha svelato i presunti intrecci tra la cosca della ‘ndrangheta dei Commisso ed esponenti della politica locale. Nel settembre del 2012, il Prefetto di Vibo Valentia, Michele Di Bari, aveva disposto l’accesso antimafia nel Comune di San Calogero al fine di accertare eventuali condizionamenti della ‘ndrangheta sull’attività del Comune.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ancora la mafia al Sud, sciolti i Comuni di Mascali, Melito Porto Salvo, Polizzi Generosa, Quarto, Siderno e San Calogero Ancora la mafia al Sud, sciolti i Comuni di Mascali, Melito Porto Salvo, Polizzi Generosa, Quarto, Siderno e San Calogero ultima modifica: 2013-03-27T16:28:08+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0