Caselli attacca Grasso guerra infinita

Scontro a catena dopo l’intervento di Travaglio. “Dal presidente del Senato, Pietro Grasso, sono arrivate “accuse e allusioni suggestive” che hanno presentato “in maniera distorta vari fatti e circostanze afferenti la mia attività di magistrato”. E’ quanto scrive Gian Carlo Caselli, procuratore a Torino, in una lettera in cui chiede al Csm di “essere adeguatamente tutelato”.

Caselli si riferisce all’intervento di Grasso alla trasmissione tv Piazza Pulita. Caselli lamenta un “comportamento lesivo dei miei diritti e della mia immagine”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin