Faceva pagare “pernottamento” nel campo rom, denunciata cinquantenne

Una notte in camper per soli 8 euro. Non stiamo parlando del tariffario di un camping, ma della speculazione di una donna che, per diverso tempo, ha subaffittato un suo terreno. La donna, una cinquantenne di Ameglia, da tempo aveva in affitto un terreno a Fiumaretta. Un accordo, quello stipulato tra lei e il proprietario dell’area, che era assolutamente lecito e sancito da regolare contratto. A essere irregolare, e sfondare nel lucro, è stata la decisione della donna di subaffittare l’intera area ad alcuni nomadi. Sul terreno, quindi, si è creato un campo rom abusivo e, per ogni notte passata in camper/ roulotte, i nomadi dovevano pagare 8 euro alla donna. Ma la presenza del campo nomadi è stata riscontrata dai carabinieri di Sarzana e Ameglia che sono intervenuti scoprendo l’origine e la natura dell’occupazione abusiva. In seguito all’intervento dei militari, sono state fatte sgomberare 32 persone che si erano insediate con una ventina tra caravan e auto di grossa cilindrata. Per la cinquantenne, invece, è scattata la denuncia per assenza di permesso a costruire e violazione del vincolo ambientale paesaggistico in un’area con pericolosità idraulica.

9 su 10 da parte di 34 recensori Faceva pagare “pernottamento” nel campo rom, denunciata cinquantenne Faceva pagare “pernottamento” nel campo rom, denunciata cinquantenne ultima modifica: 2013-03-15T19:13:17+00:00 da Valeria Abate
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0