Marò, protesta l’India che convoca l’ambasciatore italiano

L’ambasciatore italiano a New Delhi, Daniele Mancini, è stato convocato al ministero degli Esteri per fornire spiegazioni sulla decisione di non far ritornare i marò in India alla fine del loro permesso. Per il primo ministro indiano, Manmohan Singh, la situazione creata dal governo italiano rispetto alla vicenda dei due marò è “assolutamente inaccettabile”. Il Ministro Giulio Terzi ha deciso di far restare in Italia Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, tornati con un permesso per votare alle elezioni politiche, sollevando un conflitto di giurisdizione davanti al tribunale internazionale.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin