Napoli, il tribunale boccia il redditometro

Anche la Giustizia certifica la non correttezza del nuovo strumento imposto da Mario Monti, che non può sacrificare la sfera privata del singolo cittadino. A dirlo una sentenza della sezione di Pozzuoli del Tribunale di Napoli che ha accolto il ricorso di un pensionato assistito dall’avvocato Roberto Buonanno.

Il pensionato ha lamentato che si possono conoscere anche gli aspetti più privati della vita del singolo. Ragioni che il giudice Antonio Lepre ha ritenute fondate dicendo no alla raccolta dei dati.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, il tribunale boccia il redditometro Napoli, il tribunale boccia il redditometro ultima modifica: 2013-02-22T09:08:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0