Lagonegro, carabiniere di Teggiano si suicida nel tribunale

Si è suicidato sparandosi con la pistola di ordinanza in una stanza del Palazzo di giustizia di Lagonegro. La Procura della Repubblica ha disposto l’autopsia sul cadavere del sottufficiale, che era originario di un paese nel Salernitano e prestava servizio nel nucleo di polizia giudiziaria dell’Arma presso la stessa Procura.

Il sottufficiale lascia una moglie e un figlio di 13 anni. La notizia si è immediatamente diffusa nella comunità di Pattano, la frazione di Teggiano del carabiniere, creando sconcerto tra gli abitanti. L’uomo si è chiuso in una stanza del Tribunale, senza dare alcun adito al fatto che stava compiendo un gesto sconsiderato, poi si è tolto la vita.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0