Campagna elettorale in versi/ 8 – Giuseppe Lipari e “U cunsiglieri comunali”

 

 Giuseppe Lipari è nato a Gioia Tauro dove risiede.  Dopo la laurea in Pedagogia presso l’Ateneo di Messina entra in Ente pubblico come funzionario.

 

La sua poesia presenta “una tendenza di natura sociale, un interesse per ambienti e figure della piccola borghesia e del popolino; sono quadri della vita di tutti i giorni in cui ogni lettore può rispecchiarsi.”

 

U cunsiglieri comunali

 

C’è nu cuncorsu pe guardia municipali:

nci sugnu eu nta commissioni:

non ti poti jri mali.,

eu su prisenti ogni riunioni.

 

U guardia non vogghiu fari,

natru pocu i tempu vogghiu aspettari.

Comu mpegatu vogghiu trasiri nto statu civili,

undi du paisi sacciu tutti i pili.

 

Atri u concorsu su ficiaru,

e tutti serviziu pigghiaru.

Iddu continua a ppassiari:

u post unta l’ufficiu aspettari.

 

Poi nci furi i lezioni comunali.

Non vinni elettu, mi ju mali.

Me cuginu savia muntatu a testa,

si cridia ca sempi è festa.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Campagna elettorale in versi/ 8 – Giuseppe Lipari e “U cunsiglieri comunali” Campagna elettorale in versi/ 8 – Giuseppe Lipari e “U cunsiglieri comunali” ultima modifica: 2013-02-15T11:38:33+00:00 da Mimmo Stirparo
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0