Susa, Beppe Grillo si conferma No Tav

Un bagno di folla per il comizio del comico genovese, che ha esordito con un “siamo tutti No Tav. Il governo si è costituito parte civile per il danno d’immagine che i No Tav gli avrebbero arrecato… come se avesse ancora un’immagine”.

Grillo ha attaccato Pd e Vaticano e ha promesso che proporrà  la vendita di due delle tre reti Rai. “Nessuno credeva in noi – ha concluso – ora siamo 5-6 milioni”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin