Giugliano in Campania, confiscati beni ai Casalesi

La Direzione Investigativa di Napoli ha confiscato beni per un milione e mezzo di euro alla moglie del collaboratore di giustizia Massimo Amatrudi, ex affiliato alla fazione Bidognetti del clan dei Casalesi. Massimo Amatrudi ha fatto anche parte dell’ala stragista del clan facente capo a Giuseppe Setola.

Oggetto della confisca un terreno su cui è stata realizzata abusivamente una palazzina composta da 6 appartamenti da 160 metri quadrati ciascuno, a Giugliano in Campania.

9 su 10 da parte di 34 recensori Giugliano in Campania, confiscati beni ai Casalesi Giugliano in Campania, confiscati beni ai Casalesi ultima modifica: 2013-02-04T10:16:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0