Berlusconi annuncia la restituzione agli italiani dell’Imu pagata nel 2012

La proposta è arrivata accolta con grande entusiasmo. “Nel nostro primo consiglio dei ministri delibereremo la restituzione dell’Imu. Le famiglie saranno rimborsate, in contanti e per la prima volta sorrideranno ricevendo una lettera dal fisco”. E’ l’impegno di Silvio Berlusconi per ridare fiducia al Paese.

Non solo quindi l’abolizione dell’Imu ma anche la restituzione agli italiani degli importi pagati nel 2012.  E ancora “l’eliminazione in 5 anni dell’Irap, nessuna patrimoniale, nessuna nuova tassa”. Per il leader del PdL “quella dell’imposizione dell’Imu è l’atto più odioso del Governo Monti. La casa non si deve mai toccare. E’ sacra. E ha dato il via alla crisi”.

“Nel nostro primo consiglio dei ministri – annuncia Berlusconi – delibereremo la restituzione dell’Imu. Le famiglie saranno rimborsate, otterranno un risarcimento per un’imposta ingiusta. E anche alle aziende agricole verrà restituito quello che hanno versato sui fabbricati a uso agricolo. Le famiglie saranno rimborsate sul conto corrente o in contanti attraverso gli sportelli delle Poste. I contribuenti riceveranno una lettera dal nuovo ministro dell’Economia, cioè dal sottoscritto, sempre che Angelino Alfano mi confermi la sua fiducia, e per la prima volta potranno sorridere di fronte a una comunicazione del fisco”. ll processo di rimborso si potrà concludere nell’arco di un mese.

E Berlusconi enuncia i capitoli dei risparmi. “Dimezzeremo il numero dei parlamentari, taglieremo i costi della politica, aboliremo del tutto il finanziamento pubblico per i partiti. Meno tasse sulle famiglie, meno tasse sul lavoro, uguale più consumi e più posti di lavoro”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin