Limbadi, Befana dei diritti dell’infanzia e della pace

La giornata dell’Epifania sarà vissuta nel segno dei diritti dei bambini, della poesia e della pace nel mondo. Nella piccola frazione di San Nicola de Legistis, con inizio alle ore 10.00, manifestazione di chiusura del “Mese del fanciullo” con la celebrazione di una messa dedicata ai bambini, officiata da don Francesco Pontoriero, seguita dal concerto di canti natalizi del coro di voci bianche “Sorriso di Paola” di San Calogero (diretto dal maestro Rocco Sibio con la collaborazione del presidente dell’associazione musicale J.S.Bach, maestro Domenico Ventrice); infine gli storici giganti di Papaglionti della famiglia Rombolà animeranno la piazza della piccola località. Mentre nel primo pomeriggio, con inizio alle ore 16.00, nella sede della biblioteca “Salvatore Corso”, la premiazione del concorso poetico “Versi liberi cuori aperti”e poi la Marcia della pace per le vie cittadine del capoluogo.

Il Mese del fanciullo (giunto alla III edizione), promosso dalla parrocchia di San Nicola e dall’associazione culturale Alighistos, si è aperto il 6 dicembre (San Nicola, protettore dei bambini, nell’occasione si è esibito l’ensemble “Mauro Giuliani” di Laureana di Borrello), è ispirato ai principi e ai valori del messaggio cristiano con al centro la campagna per l’affermazione dei diritti dei bambini e della dignità della persona, sanciti nella Convenzione internazionale sui diritti dell’infanzia promulgata dall’Onu nel 1989 e dei fondamentali principi presenti nella Costituzione italiana. Questa campagna – che registra il contributo della Delegazione Vibonese di Italia Nostra, della Banca di credito cooperativo di San Calogero e dell’associazione culturale Alma Tellus – inoltre si batte per tutelare la bellezza della natura e per diffondere l’amore per l’arte e il linguaggio della musica che rappresentano le forme espressive fondamentali per sviluppare la sensibilità estetica, in particolare nei più piccoli, affinché si generi uno spirito di fiducia in se stessi, negli altri e nel proprio futuro in armonia con il creato e con la dimensione spirituale. Non a caso i bambini nei vangeli e nelle opere poetiche sono il simbolo della bellezza e della redenzione attraverso cui passa l’umanità, come ha fatto sia Giovanni Pascoli (con la poetica del fanciullo-musico) e la grande scrittrice Elsa Morante (il 2012 è stato il centenario della morte del poeta e di nascita della scrittrice), che ispirata dal vangelo, ha concepito un’opera escatologica, “Il mondo salvato dai ragazzini”. In questa luce si coglie lo spirito della “Marcia della pace” che sarà contrassegnata da pensieri e riflessioni sul tema  “La pace nel mondo”, un messaggio di speranza e di solidarietà con i pensieri dei grandi uomini che si sono battuti contro ogni forma di discriminazione, come Martin Luther King e Gandhi. L’iniziativa è stata organizzata dalla Pro Loco di Limbadi e dalla Biblioteca “Salvatore Corso” (con il patrocinio dell’Amministrazione comunale e la collaborazione dell’istituto comprensivo “Pagano” di Nicotera” e di diverse associazioni locali, Solidarietà “Mariani Siclari”, musicale “D.Taverniti”, “Avis” e Coro parrocchiale “San Pantaleone).

9 su 10 da parte di 34 recensori Limbadi, Befana dei diritti dell’infanzia e della pace Limbadi, Befana dei diritti dell’infanzia e della pace ultima modifica: 2013-01-05T10:30:28+00:00 da Nicola Rombolà
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0