Monza, muratore di 39 anni violenta le figlie di 13 e 12 anni

Non solo i maltrattamenti a cui sottoponeva la moglie ma lo straniero originario dell’Europa dell’Est di 39 anni, residente in un centro della Brianza, violentava le figlie, due ragazzine di appena 13 e 12 anni. La moglie non ha retto più alla sconvolgente verità che si celava dietro le mura della sua casa e ha deciso di presentare denuncia. I poliziotti di Monza, cui il caso è stato affidato dalla Procura che aveva ricevuto la denuncia, hanno indagato.

Il padre orco, fini in manette, è un muratore di 39 anni, rinchiuso in una cella del carcere di Monza. Pesantissimi i capi di accusa di cui dovrà rispondere, dalla violenza sessuale continuata su minori aggravata dai vincoli di parentela ai maltrattamenti in famiglia. Le violenze pare continuassero da alcuni mesi. L’uomo aveva preso prima a sfogare sulla moglie, di pochi anni più giovane, le proprie frustrazioni.

La situazione era però precipitata quando l’uomo aveva rivolto le proprie attenzioni alle due figlie avute dal matrimonio con la donna, due ragazzine di 12 e 13 anni. A quel punto la donna esasperata aveva deciso di presentare denuncia.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0