Napoli, perquisizione nel laboratorio di Ciro De Magistris armiere del clan camorristico Contini

Pregiudicato di 48 anni, agli arresti dal 22 ottobre, nel boiler, nascondeva 17 pistole, tra cui una penna-pistola, oltre ad un migliaio di munizioni di vari calibri e a pezzi di ricambio di varie armi. La scoperta durante una perquisizione il giorno di Santo Stefano.

Il laboratorio, sequestrato il 22 ottobre scorso, era sorvegliato attraverso una microcamera e nascondeva, nelle sue stanze, una camera di scoppio con la quale De Magistris provava le armi, una pressa cartucce, proiettili, tubi di ferro filettati e un punzonatore metallico.

De Magistris è noto nell’ambiente come “Ciruzzo o’carrozziere” e, grazie alle indagini della polizia di Napoli, su delega della Dia, è stato collegato con episodi criminali del passato e con la circolazione di armi tra i vari clan.

L’uomo, dopo la scoperta dell’arsenale, è stato colpito da un nuovo ordine di custodia cautelare in carcere. La convivente, Maria Taurisano, di 39 anni, nota come “a cinese”, è stata arrestata per associazione a delinquere, traffico di armi e ricettazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Napoli, perquisizione nel laboratorio di Ciro De Magistris armiere del clan camorristico Contini Napoli, perquisizione nel laboratorio di Ciro De Magistris armiere del clan camorristico Contini ultima modifica: 2012-12-26T17:06:10+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0