Torino, firme false sospeso il consigliere regionale Michele Giovine

86

Una sorta di passaggio del testimone in casa per l’esponente politico della lista dei Pensionati per Cota. A Giovine subentra, infatti, la fidanzata, Sara Franchino, che aveva ottenuto 98 voti.

Il provvedimento per Michele Giovine è stata deciso dal presidente del Consiglio dei Ministri, che stabilisce la sospensione in base alla legge 55 del 1990. La sospensione, notificata oggi al Consiglio regionale, è conseguente alla condanna in appello a 2 anni e 8 mesi per la vicenda delle firme false.