Ariccia, chiedono contributi fingendosi operatori di clown therapy

Lucravano sui bambini malati di cancro intascando i soldi che raccoglievano. E’ accaduto ai Castelli Romani dove i Carabinieri hanno denunciato 10 persone per associazione a delinquere finalizzata alla truffa.

Si presentavano come volontari di associazioni Onlus e chiedevano contributi economici per aiutare bambini malati e ricoverati presso reparti oncologici di varie strutture ospedaliere ubicate su tutto il territorio nazionale per poi appropriarsi del denaro.

I truffatori vantavano collaborazioni con rinomate strutture ospedaliere a livello internazionale, come l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma, costituitosi parte lesa presentando denuncia querela ai Carabinieri. Erano presenti in centri commerciali, fiere, mercati e richiedevano un contributo per l’organizzazione di eventi del tipo “clown therapy” a favore dei bambini malati di cancro.

L’indagine ha permesso di appurare un vero e proprio giro d’affari paragonabile ad una attività imprenditoriale con introiti economici nel corso degli anni di centinaia di migliaia di euro.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ariccia, chiedono contributi fingendosi operatori di clown therapy Ariccia, chiedono contributi fingendosi operatori di clown therapy ultima modifica: 2012-12-15T10:15:48+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0