Minervino Murge, tentata strage e incendio

Protagonista un 45enne che ha tentato di far esplodere dieci bombole di gas nel suo appartamento, al piano terra di un edificio di cinque piani. Per provocare la deflagrazione, l’uomo ha appiccato il fuoco alle suppellettili di casa. A poca distanza aveva collocato le dieci bombole di gas da cucina e una tanica di benzina.

Secondo il comando provinciale dei carabinieri di Bari, la strage è stata evitata dall’immediato intervento dei militari dell’Arma e dei Vigili del Fuoco. Una delle dieci bombole di gas era stata già aperta e la prima deflagrazione, sentita dai vicini che hanno subito dato l’allarme, non è stata d’intensità tale da far esplodere le altre. Ferita la madre del 45enne, un’anziana 80enne con problemi motori, ora ricoverata, ma non in pericolo di vita, all’ospedale di Andria per intossicazione da fumi tossici. Il 45enne, tratto in salvo dai soccorritori, ha lievi ustioni agli arti superiori e inferiori e guarirà in otto giorni.