Napoli, ferito in agguato è morto oggi Luigi Russo

Rimase ferito lo scorso 9 ottobre in un agguato, a Secondigliano, dove fu ucciso Salvatore Barbato. È spirato domenica all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era ricoverato, Luigi Russo. Ritenuto dagli inquirenti vicino al clan Vanella Grassi.

Continua, dunque, a salire il numero dei morti ammazzati dalla cosiddetta faida di Scampia. Luigi Russo, 42 anni, era apparso subito in gravi condizioni dopo l’agguato di Largo Macello.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0