Napoli, ferito in agguato è morto oggi Luigi Russo

Rimase ferito lo scorso 9 ottobre in un agguato, a Secondigliano, dove fu ucciso Salvatore Barbato. È spirato domenica all’ospedale Cardarelli di Napoli, dove era ricoverato, Luigi Russo. Ritenuto dagli inquirenti vicino al clan Vanella Grassi.

Continua, dunque, a salire il numero dei morti ammazzati dalla cosiddetta faida di Scampia. Luigi Russo, 42 anni, era apparso subito in gravi condizioni dopo l’agguato di Largo Macello.