Barcellona Pozzo di Gotto piomba nel terrore dopo il barbaro omicidio di Giovanni Isgrò

Un agguato in pieno stile mafia sicula, una esecuzione mentre l’obiettivo è dal barbiere. Ad inquietare il fatto che la vittima giovanissima è un ragazzo incensurato e figlio di un rispettato professionista. Barcellona Pozzo di Gotto piomba nel terrore e si interroga su quello che tutti i contorni di un mistero. Come purtroppo spesso accade in questi casi non ci sarebbero finora testimoni dell’agguato nonostante l’ora. Nessuno avrebbe testimonianze utili per venire a capo dell’omicidio di Giovanni Isgrò, ragazzo di 22 anni, figlio dell’ingegnere Antonino Isgrò, persona stimata e impegnata anche negli ambienti politici cittadini.

I killer hanno fatto irruzione all’interno del salone da barba situato nella centralissima via Garibaldi al n. 84, “Hair fashion by U Babberi”, e lo hanno colpito 5 volte. Per lui non c’è stato nulla da fare. Trasportato in gravi condizioni all’ospedale Cutroni-Zodda, è morto dopo circa un’ora.

Il 22enne soprannominato “maionese” era incensurato. Sul movente dell’omicidio stanno indagando Carabinieri e Polizia che non escludono alcuna pista. I Carabinieri guidati dal capitano Filippo Tancon Lutteri e gli agenti del Commissariato di Polizia, coordinati dal vice questore Mario Ceraolo, stanno lavorando per dare risposta a una serie di interrogativi. La paura per il popoloso centro della provincia messinese è che la città, dopo un periodo di relativa calma, stia vivendo un tuffo indietro nel passato, un balzo temporale agli anni Ottanta e Novanta quando i clan si fronteggiavano per il controllo del territorio nelle pubbliche piazze riempiendo vicoli e strade di paura.

9 su 10 da parte di 34 recensori Barcellona Pozzo di Gotto piomba nel terrore dopo il barbaro omicidio di Giovanni Isgrò Barcellona Pozzo di Gotto piomba nel terrore dopo il barbaro omicidio di Giovanni Isgrò ultima modifica: 2012-12-02T10:39:56+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0