Canosa di Puglia, lite mortale per Sabino Grossale, ferito Benedetto Antonacci. Arrestato Gerardo D’Agrezia

Nulla da fareper il 46enne Sabino Grossale, noto come “u bassett”, ucciso probabilmente al termine di un diverbio. Un’altra persona, durante il litigio, è rimasta gravemente ferita. E’ il 49enne Benedetto Antonacci anche lui di Canosa con precedenti. All’ospedale di Barletta è stato sottoposto ad intervento chirurgico per una ferita da arma da taglio all’addome.

Il presunto omicida e feritore è stato invece assicurato alla giustizia dai Carabinieri. E’ il 45enne Gerardo D’Agrezia, rintracciato dai militari all’interno della sua abitazione. L’uomo, soprannominato “dentino”, dovrà rispondere di omicidio e tentato omicidio.

Nel suo appartamento i militari hanno rinvenuto anche alcuni indumenti ancora sporchi di sangue da lui riposti in lavatrice. Dopo le formalità di rito il 45enne, su disposizione del sostituto procuratore Raffaella De Luca del Tribunale di Trani, è stato trasferito nella locale casa circondariale, mentre sono tuttora in corso indagini finalizzate a individuare l’arma del delitto che, secondo gli inquirenti, potrebbe essere stato un coltello con una lama affilata.

Secondo le prime ricostruzioni, all’origine dell’omicidio e del tentato omicidio ci sarebbero futili motivi, probabilmente tra Grossale e D’Agrezia c’era già una vecchia ruggine, vecchi rancori che, alla fine, sono stati lavati con il sangue.

Nelle prossime ore, intanto, per accertare l’esatta causa di morte, il Pm inquirente ha disposto l’autopsia sul corpo del 46enne canosino.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0