Torino, ucciso in un agguato il catanese Antonio Pisano residente a Rivarolo Canavese

L’omicidio si è consumatoin via Ghedini, all’angolo con via Moncrivello. Antonio Pisano, già nota alle forze dell’ordine, era sul marciapiede quando è stato raggiunto da quattro dei cinque proiettili calibro 9 esplosi contro di lui da, secondo le prime testimonianze raccolte dagli investigatori, da un uomo bianco e non molto alto. Dopo gli spari il killer si è allontanato a piedi. L’uomo è stato soccorso da alcuni passanti, che hanno chiamato i soccorsi.Trasportato all’ospedale Giovanni Bosco, il rivarolese è deceduto sotto i ferri dei chirurghi che hanno cercato invano di salvarlo.

Del caso si stanno ora occupando gli investigatori della squadra mobile, coordinati dal sostituto procuratore Alessandro Aghemo. Antonio Pisano, catanese, era stato arrestato nel dicembre del 2000 all’aeroporto di Malaga, con l’accusa di traffico internazionale di droga, proprio dalla Mobile, che gli dava la caccia da alcuni mesi. Nel 2002 il  suo nome compare anche in una inchiesta di Reggio Calabria, sempre per reati connessi al traffico di stupefacenti. Uscito di cella nel 2007, era stato sorvegliato speciale fino all’anno scorso. Pisano viveva a Rivarolo Canavese, prima cintura di Torino, e non aveva legami stabili.

Lascia un commento