Verona e Negrar, Giorgio Quati uccide la moglie Rosa Fusini e il suocero Luigi, poi si è tolto la vita

Un uomo ha sparato e ucciso la moglie, quindi è andato dal padre di lei a Verona e lo ha ucciso rivolgendo alla fine l’arma contro se stesso dopo aver avvisato il 113.

Il primo omicidio a Negrar, dove l’omicida, Giorgio Quati, 63 anni, ha ucciso la moglie, Rosa Fusini. L’uomo poi si è diretto a casa del suocero, Luigi Fusini, quasi centenario, nel vicino paese di Santa Lucia, uccidendo anche lui. Qui ha chiamato le forze dell’ordine confessando il gesto e annunciando l’intenzione di togliersi la vita.

Lascia un commento