Milano, ritrovati i resti di Lea Garofalo

Colpo di scena sulla morte della collaboratrice di giustizia scomparsa nel 2009 e per il cui omicidio sono state condannate sei persone, fra cui l’ex marito e l’ex fidanzato della figlia. Il corpo di Lea Garofalo sarebbe stato ritrovato carbonizzato in un campo della Brianza e non sarebbe stato sciolto nell’acido come per lungo tempo ipotizzato. Insieme al corpo della donna sono stati ritrovati alcuni oggetti che ne rivelerebbero l’identità, ma per la certezza definitiva si attende ora l’esame del Dna.

Secondo la ricostruzione fatta dagli inquirenti la donna era stata fatta arrivare dal marito dalla Calabria a Milano assieme alla figlia 17enne, Denise, con la scusa di dover parlare del futuro della ragazza. La giovane era poi stata fatta allontanare dalla madre con una scusa. L’appuntamento per ritrovarsi doveva essere alla stazione Centrale, dove avrebbero dovuto prendere un treno per tornare a casa. Nel frattempo era stata infatti rapita dal marito aiutato dagli altri indagati, torturata per farle dire cosa aveva raccontato alla Polizia e poi uccisa. Il suo corpo non era ancora mai stato ritrovato, tanto che gli inquirenti avevano ipotizzato che fosse stato sciolto nell’acido.
9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, ritrovati i resti di Lea Garofalo Milano, ritrovati i resti di Lea Garofalo ultima modifica: 2012-11-21T10:16:14+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento