Torino, nuove limitazioni al traffico a partire da gennaio

Dal 7 gennaio 2013 le limitazioni attualmente in atto sul territorio cittadino per i mezzi più inquinanti saranno estese a nuove categorie di veicoli. Lo ha deciso la Giunta comunale nella seduta di oggi, su proposta dell’assessore Enzo Lavolta. I provvedimenti oggi approvati sono stati condivisi con la Provincia di Torino ed è in corso un confronto per la loro estensione ad altri Comuni dell’area metropolitana. Sarà un provvedimento a termine, a scopo sperimentale, che si concluderà il 30 marzo 2013. Al termine della sperimentazione si effettuerà una valutazione dei risultati che servirà a definire altre eventuali limitazioni in futuro, affiancate dalla graduale realizzazione di interventi di carattere strutturale come il Piano della mobilità sostenibile, la sostituzione dei bus più vecchi, il trasporto pulito delle merci in città e altre azioni volte a una più incisiva azione di riduzione delle emissioni inquinanti.

Pertanto, a partire dal 7 gennaio 2013 e in modo permanente – data subordinata all’installazione della relativa cartellonistica – l’attuale divieto di circolazione su tutto il territorio cittadino dalle ore 8 alle ore 19 sarà esteso a tutti i veicoli con omologazione Euro 0 adibiti al trasporto persone, compresi quelli alimentati a gpl e metano.

Nella Ztl, a partire dal 7 gennaio 2013 e fino al 30 marzo 2013, i veicoli per il trasporto persone alimentati a benzina e precedenti all’Euro2 e i diesel per il trasporto persone precedenti all’Euro4 non potranno circolare nella Ztl tra le 10,30 e le 17, dal lunedì al venerdì. Nello stesso perimetro della Ztl il transito tra le 7,30 e le 10,30 è limitato ai possessori di permessi rilasciati dall’Amministrazione comunale. I possessori di auto che rientrano nel divieto e di permessi per la Ztl che scadranno entro il 30 maggio 2013 potranno rinnovare il permesso per non più di un anno.

Le auto elettriche di  nuova immatricolazione potranno usifruire di un permesso Ztl Rosso a titolo gratuito per due anni.

Eventuali deroghe al provvedimento saranno esplicitate con l’ordinanza dirigenziale. La riduzione della presenza degli inquinanti nell’aria è una delle priorità della Città di Torino.

Lascia un commento