Provincia di Udine tra i partner itinerario culturale europeo dedicato Santi Cirillo e Metodio

Provincia di Udine tra i partner dell’itinerario culturale europeo dedicato ai Santi Cirillo e Metodio.

L’adesione al progetto internazionale è stata formulata oggi – martedì 6 novembre – a palazzo Belgrado dal presidente dell’ente Pietro Fontanini insieme agli assessori Franco Mattiussi (turismo) e Adriano Piuzzi (progetti europei) a i rappresentanti della regione di Zlin (repubblica Ceca) capofila dell’ambizioso programma. “Partecipiamo con convinzione a questa proposta – ha sottolineato il presidente Fontanini – che consentirà da un lato di conoscere più nel dettaglio l’opera di evangelizzazione svolta anche sul nostro territorio dai Santi Cirillo e Metodio ma anche di dare una visibilità e una risonanza europea, internazionale ai nostri cammini di fede, alla chiesa madre di Aquileia aperta ai paesi del Centro e del Nord Europa e, più in generale, a riscoprire i valori della cristianità. Questo progetto inoltre – ha aggiunto Fontanini – può fungere da ulteriore richiamo per quei turisti d’oltralpe appassionati delle due ruote che, attraverso i tratti fruibili della Ciclabile Alpe Adria e i diversi collegamenti annessi, potranno scoprire la storia del Friuli sia dal punto di vista religioso e culturale ma anche paesaggistico”.
Presentata dagli esponenti della regione di Zlin (Milan Filip del dipartimento sviluppo strategico, Pavel Macura direttore del dipartimento culturale e Dana Daňová a capo dell’autorità per il turismo affiancati da Martina Dlabajová), l’iniziativa che ha già raccolto le adesioni di diversi paesi e istituzioni (tra cui Slovenia, Slovacchia, Bulgaria, Grecia, Polonia, Macedonia, l’università di Salonicco, Università Carlo e l’accademia delle scienze di Praga) avrà riflessi anche in altri settori a partire dagli scambi culturali tra le istituzioni partner del progetto e l’interscambio di giovani, studenti e ricercatori dell’Università. A facilitare queste relazioni sarà Paolo Petiziol, componente del Cda dell’Ateneo friulano intervenuto oggi in qualità di console onorario della repubblica Ceca.

Lascia un commento