Lodi, indagini a tutto campo sulla morte del carabiniere Giovanni Sali

Sembra che il militare sia stato finito con due colpi di pistola al cuore. Il militare era il Carabiniere di quartiere che ogni giorno presidiava il centro storico della città. Il militare era molto stimato nella zona dove operava da anni.

Da quanto trapela la vittima, Giovanni Sali, sarebbe stato ucciso con la sua pistola di ordinanza. Due colpi al torace. La dinamica di quanto accaduto non è ancora chiara. Il militare era in divisa e stava svolgendo regolare servizio nel centro storico. Lascia due figlie, di 21 e 15 anni. Si stanno cercando testimoni oculari per avere maggiori informazioni sul fatto. In arrivo il Ris per i rilievi tecnici.

L’omicidio del Carabiniere è avvenuto in una strada vicino alla Chiesa della Maddalena a Lodi dove era in corso la messa. Secondo le prime testimonianze i fedeli hanno sentito i tre spari scambiandoli per lo scoppio di petardi.

Resta da stabilire se si è trattato di un agguato mirato nei confronti del militare oppure se l’uomo, separato e padre di due figli, abbia invece perso la vita nel tentativo di sventare una rapina. I carabinieri mantengono il massimo riserbo, mentre vengono ascoltati alcuni testimoni che hanno sentito i colpi di pistola.

Secondo alcuni fonti il 48enne sarebbe stato freddato con la sua pistola d’ordinanza. Una tesi, che come le prime indiscrezioni, non trovano conferme ufficiali. La vittima era molta nota in zona.

Nel giugno 2008, in occasione della festa per il 194esimo anniversario dell’Arma, Giovanni Sali era stato premiato perché, alla fine di marzo, aveva arrestato due romeni che avevano manomesso uno sportello bancomat in via Volturno per clonare carte di credito.

Lascia un commento