Beppe Grillo candida Tonino Di Pietro a Presidente della Repubblica

In “soccorso” del leader Idv arriva il comico genovese. “Senza di lui in Parlamento si sarebbe spenta anche l’unica flebile luce rimasta accesa. Di Pietro ha commesso errori, ha inserito nel suo partito persone impresentabili come De Gregorio e Scilipoti, ha evitato, per scelte forse tattiche, prese di posizioni nette su Tav e G8, ma lui solo in Parlamento ha combattuto il berlusconismo”, scrive sul suo blog Beppe Grillo.

“Il Lodo Alfano, che anche un bambino avrebbe dichiarato incostituzionale, ma non il presidente della Repubblica, fu criticato e osteggiato in solitudine da Di Pietro nel silenzio dei Bersani, dei D’Alema e con il plauso dei Cicchitto e dei Gasparri. L’uomo ha un caratteraccio, non ascolta nessuno – sostiene Grillo – ma è onesto. Quando ha dovuto affrontare il giudizio di un tribunale lo ha fatto senza esitazioni e ne è sempre uscito prosciolto. Quanti in Parlamento possono dire altrettanto? Chi può scagliare la prima pietra? Nessuno”.

“Nel 2013 Napolitano decadrà – conclude -, per ora è l’unica buona notizia certa. Il mio auspicio è che il prossimo presidente della Repubblica sia Antonio Di Pietro, l’unico che ha tenuto la schiena dritta in un Parlamento di pigmei. Chapeau!”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Beppe Grillo candida Tonino Di Pietro a Presidente della Repubblica Beppe Grillo candida Tonino Di Pietro a Presidente della Repubblica ultima modifica: 2012-11-01T15:26:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento