Dal 3 novembre tariffa ridotta per visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff

Da sabato 3 novembre e fino all’ultimo giorno di apertura, il 15 novembre, si potranno visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff ad un prezzo speciale di soli 6 € invece di 10,80 €. Per i bambini e i ragazzi sotto i 18 anni l’ingresso sarà addirittura gratuito.

La stagione 2012 dei Giardini volge lentamente al termine – ma prima di chiudere i battenti, i Giardini di Castel Trauttmansdorff e il Touriseum fanno uno speciale regalo di commiato ai loro visitatori.

Da sabato 3 novembre e fino all’ultimo giorno di apertura, il 15 novembre, si potranno visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff ad un prezzo speciale di soli 6 € invece di 10,80 €. Per i bambini e i ragazzi sotto i 18 anni l’ingresso sarà addirittura gratuito.

Oltre al fogliame dal tipico colore autunnale, numerosi altri eventi di rilievo invitano a scoprire e visitare i Giardini: nelle terrazze di riso asiatiche, sul lato nord del castello, cresce il riso, le camelie autunnali nel palmeto risaltano con le loro delicate tonalità di bianco e di rosa, e anche la collezione di 150 diverse qualità di salvia selvatica e di cultivar ha raggiunto l’apice della fioritura.

Conferiscono ai Giardini un fascino particolare anche svariati frutti che maturano proprio in questi giorni: fichi, castagne, diverse varietà di viti presenti ormai da molti anni in Alto Adige, olive e melagrane.

Con un pizzico di fortuna, gli ospiti dei Giardini potranno anche osservare da vicino i lavori autunnali che procedono ora a pieno ritmo: i giardinieri del Trauttmansdorff stanno piantando in questi giorni centinaia e centinaia di migliaia di bulbi che potranno essere apprezzati in tutto il loro splendore nella primavera del 2013.

9 su 10 da parte di 34 recensori Dal 3 novembre tariffa ridotta per visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff Dal 3 novembre tariffa ridotta per visitare i Giardini di Castel Trauttmansdorff ultima modifica: 2012-10-29T10:16:43+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento