I luoghi dell’acqua e della storia tra il Pollino e la Valle dell’Esaro

Il primo cittadino di San Donato di Ninea, Francesco De Rose, esprime grande soddisfazione per l’inserimento del suo paese nei progetti PISL recentemente approvati dalla Regione Calabria e presentati pubblicamente dal Governatore Giuseppe Scopelliti e dall’Assessore al Bilancio, Giacomo Mancini. La richiesta avanzata rientrava nella tipologia dei Sistemi Turistici Locali e Destinazioni Turistiche Locali di cui Castrovillari è il comune capofila, con il tema “Attraversando natura: i luoghi dell’acqua e della storia tra il Pollino e la Valle dell’Esaro”. Il Comune di San Donato di Ninea, sotto l’attenta guida del suo sindaco, ha ottenuto un finanziamento di 390 mila euro per il recupero di un sentiero esistente con la realizzazione di un accesso al nucleo storico dell’abitato. Si tratta di ripristinare un suggestivo percorso di collegamento tra una parte bassa del paese e la Chiesa della Santissima Assunta, detta anche Chiesa della Motta. Un tracciato estremamente suggestivo e caratteristico, che renderà il quadro di osservazione del piccolo paese posto ai piedi del “Cozzo del Pellegrino” uno dei più incantevoli scenari della provincia di Cosenza. “Voglio innanzitutto ringraziare con affettuosa stima l’assessore Giacomo Mancini che, insieme ai suoi collaboratori e ai funzionari dell’Ente regionale, ha voluto premiare il lavoro d’equipe svolto da tutti i sindaci del progetto. La realizzazione di quest’opera era attesa da generazioni di sandonatesi – ha sottolineato il sindaco De Rose – e consentirà alla nostra comunità di riappropriarsi di un antico tracciato, che tutti ricordano per essere una via d’accesso immediata alla parte alta del centro storico. Un percorso che diventerà un’altra delle tante attrazioni ambientali che può vantare il nostro paese, già ricco di bellezze naturalistiche e di un patrimonio storico-religioso di grande valore simbolico. Quanto previsto nella progettazione dell’opera arricchirà, con un adeguato schema di illuminazione, lo già spettacolare scenario offerto a chi l’osserva dalla struttura urbanistica e territoriale del nostro centro storico”. Un’altra delle brillanti conseguenze ottenute dall’accorta e instancabile opera dell’Amministrazione Comunale diretta da Francesco De Rose che, senza sosta alcuna, si appresta già ad avviare la fase promozionale del nutrito programma della XXII Festa d’Autunno.

9 su 10 da parte di 34 recensori I luoghi dell’acqua e della storia tra il Pollino e la Valle dell’Esaro I luoghi dell’acqua e della storia tra il Pollino e la Valle dell’Esaro ultima modifica: 2012-10-27T10:22:27+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0