Bari, richiesta condanna per Nichi Vendola

101

Udienza preliminare del processo in cui il Governatore pugliese è imputato di abuso d’ufficio in concorso con l’ex direttore generale della Asl Bari, Lea Cosentino. I Pm al termine dell’udienza hanno chiesto la condanna a un anno e otto mesi. Nell’udienza del 27 settembre scorso, Vendola aveva chiesto di essere processato con rito abbreviato. La stessa richiesta è stata avanzata oggi da Cosentino. L’udienza si è svolta a porte chiuse davanti al Gup del Tribunale di Bari, Susanna De Felice. In aula i difensori dei due imputati, Massimo Roberto Chiusolo e Francesca Conte per Cosentino e Vincenzo Muscatiello per Vendola. L’accusa è rappresentata dal procuratore aggiunto Lino Giorgio Bruno e dai pm inquirenti, Francesco Bretone e Desireè Digeronimo.

I fatti riguardano la selezione per un posto da primario di chirurgia toracica all’ospedale San Paolo di Bari, vinto da Paolo Sardelli. Gli inquirenti contestano a Vendola di aver istigato l’allora dg Cosentino a riaprire i termini per la presentazione delle domande per accedere al concorso, con l’obiettivo, ritiene la Procura, di assicurare a Sardelli l’assunzione quinquennale. I fatti si riferiscono al periodo compreso tra settembre 2008 e aprile 2009.