Torino, la Municipale sequestra ai Murazzi 3 dehors e un impianto di diffusione

Nel corso di un’operazione condotta dal Servizio Sicurezza Urbana della Polizia Municipale (Nucleo Polizia Amministrativa, Nucleo Progetti Operativi, Nucleo Progetti e Servizi Mirati, Nucleo Investigativo e Nucleo Tributi) sono stati sequestrati ai Murazzi su provvedimento del giudice per le indagini preliminari 3 dehor ed un impianto di diffusione sonora.

I sequestri rientrano nelle attività di accertamento e controllo, sia amministrativo che penale, avviate nel mese di agosto facendo seguito ad una serie di esposti presentati da comitati e cittadini: l’operazione, coordinata dal PM Andrea Padalino, ha preso il nome di “Operazione Muri”.

I controlli realizzati nell’’arco degli ultimi mesi dagli agenti in tutta l’area hanno riguardato la regolarità dei dehor, con 33 violazioni amministrative, 3 notizie di reato per abuso edilizio ed il sequestro odierno di 3 strutture, i controlli delle autorizzazioni e del volume degli impianti che hanno portato a 6 notizie di reato per violazione alle leggi di Pubblica Sicurezza, a 44 sanzioni amministrative (somministrazione di alcolici dopo le 3, non rispetto del divieto di fumo, mancata esposizione di tabelle ed autorizzazioni ed orari di chiusura non rispettati) ed al sequestro dell’impianto, fenomeni di microcriminalità (vendita abusiva di bevande ed alimenti, furti, rapine e spaccio di stupefacenti) con 10 notizie di reato per alimenti in cattivo stato di conservazione, spaccio e rapina, 2 arresti di spacciatori e rapinatori, 5 sequestri di alimenti e bevande, 20 sanzioni per vendita abusiva di alimenti e bevande e 28 sequestri di merce varia, tra cui 2.286 bottiglie. Diciannove infine le violazioni accertate in materia di tributi locali.

9 su 10 da parte di 34 recensori Torino, la Municipale sequestra ai Murazzi 3 dehors e un impianto di diffusione Torino, la Municipale sequestra ai Murazzi 3 dehors e un impianto di diffusione ultima modifica: 2012-10-23T16:00:07+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0