Taranto, difficoltà Ilva per adempiere alle prescrizioni dell’Aia

Da parte dell’azienda, c’è una “riserva di poter accogliere e attuare le disposizioni in assenza della piena disponibilità dei beni”. La nuova Autorizzazione integrata ambientale per l’Ilva di Taranto sarà operativa tra qualche giorno, dopo la pubblicazione del decreto sulla Gazzetta Ufficiale. Lo ha detto Corrado Clini in una conferenza stampa al ministero dell’Ambiente. “L’Aia è l’unico documento legale che consente l’esercizio degli impianti alle condizioni poste” nello stesso provvedimento.

Il Ministro sottolinea che il documento rappresenta “il riferimento obbligatorio per ogni futuro passo dell’Ilva”. Clini si dice anche “soddisfatto per il lavoro fatto, le prescrizioni sono equilibrate e corrispondono agli obiettivi nel contesto europeo”. L’Aia rappresenta anche un “documento impegnativo per l’impresa perché richiede interventi e misure importanti, nella gran parte necessari semplicemente per continuare l’attività produttiva che, anche senza l’Aia, senza queste misure sarebbe impossibile”, conclude Clini.
9 su 10 da parte di 34 recensori Taranto, difficoltà Ilva per adempiere alle prescrizioni dell’Aia Taranto, difficoltà Ilva per adempiere alle prescrizioni dell’Aia ultima modifica: 2012-10-18T20:04:54+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0