Crotone, Vallone saluta il Prefetto Panìco

Il Prefetto Vincenzo Panìco dopo due anni e nove mesi lascia Crotone. Dal prossimo lunedì, infatti, lo attende il nuovo incarico di componente della commissione straordinaria, assieme Giuseppe Castaldo e Dante Piazza, rispettivamente vice prefetto in servizio al Ministero dell’Interno e Dirigente del Ministero dell’Economia. Insieme sono chiamati ad amministrare con pieni poteri per 18 mesi il Comune di Reggio Calabria, sciolto per contiguità alla ‘ndrangheta.

Per l’occasione il sindaco di Crotone Peppino Vallone ha voluto esprimere al Prefetto Panìco tutta la riconoscenza personale e dell’intera comunità crotonese.

“La Sua attenzione verso Crotone – dice Vallone –  ci ha fatto sentire viva e costante la presenza dello Stato. Lei ha rappresentato per il Comune di Crotone e per tutta la cittadinanza un punto di riferimento importante. Negli anni che Ella ha trascorso a Crotone, abbiamo apprezzato il rappresentante dello Stato ma soprattutto l’uomo.
Un uomo del Sud che ha saputo rinnovare a Crotone quell’impegno professionale e quell’amore che, in precedenza, aveva dedicato alla Sua terra d’origine e alle altre comunità dove aveva svolto il proprio mandato.
Ecco, Eccellenza, in questi anni la città ha avvertito questo sentimento: non il distaccato, seppur professionale, ruolo di funzionario dello Stato ma la presenza attiva di un Uomo dello Stato che ha saputo e voluto “vivere” in maniera piena questa città. Oggi  -prosegue il sindaco – che è chiamato ad un ruolo delicato e fondamentale al servizio di un’altra città della Calabria Le porgo il saluto affettuoso di tutta la comunità di Crotone”.
E, conclude,” prendendo a prestito le parole di un Suo illustre conterraneo, Eduardo De Filippo, Le auguro di poter continuare ad operare per la “pace”, quella pace senza condizionamenti che è alla base della crescita di ogni comunità.