Clusone, si toglie la vita un vigile urbano sardo

Si è ucciso nel garage del Comando dei Vigili in piazza Sant’Anna. il paese in Valle Seriana è sotto choc, proprio durante il corteo per l’ingresso in parrocchia del nuovo parroco, don Giuliano Borlini. Secondo quanto è stato possibile ricostruire, il 37enne di origini sarde, ormai da molti anni a Clusone, che, a quanto sembra, ultimamente soffriva di depressione, si è tolto la vita con un colpo di pistola d’ordinanza.  L’uomo ha scritto su un biglietto, indirizzato ai genitori e ai colleghi, i motivi del suo gesto disperato. “Sono insoddisfatto della vita”.

Un attimo prima il Comandante, Giuseppe Seghezzi, era intervenuto per salvare il 37enne che stava per compiere il tragico gesto con il gas di scarico dell’auto, ma nulla ha potuto quando l’uomo ha preso improvvisamente l’arma d’ordinanza e ha premuto il grilletto. Inutile il soccorso dell’ambulanza del 118, sul posto con i Carabinieri.

La tragica notizia si è rapidamente diffusa e una giornata lieta si è trasformata in triste e cupa con la comunità di Clusone e il sindaco Paolo Olini addolorati e sotto choc.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin