Benevento, nuova notte in strada nel Sannio

Le scuole in diversi comuni del Sannio resteranno chiuse anche oggi, in via precauzionale. Nel capoluogo sannita e in provincia alcune scuole sono rimaste chiuse già ieri mentre i Vigili del Fuoco ed i volontari della Protezione Civile hanno risposto alle telefonate dei cittadini ed hanno effettuato decine di verifiche di eventuali danni.

Il terremoto ha provocato il duro atto d’accusa dei geologi. “Sono anni che cerchiamo di sensibilizzare le istituzioni ai diversi livelli in riferimento al rischio sismico”, afferma Francesco Peduto, presidente dell’Ordine dei Geologi della Campania, in una intervista ai media locali. “Con il rischio sismico dovremmo imparare a convivere, – continua Peduto – ma ciò potrà avvenire solo ricostruendo una filiera delle competenze e delle responsabilità ed integrando le politiche di previsione e prevenzione con le attività di protezione civile”.

Nella sede dei volontari della Protezione civile di Benevento è stata attivata immediatamente la sala radio e centralino che risponde al numero: 0824-43544 mentre nella Prefettura e al comune è attivo un tavolo di coordinamento. Da quaranta mesi, a ritmo serrato, la terra trema nel Beneventano. Quasi sempre eventi registrati solo dagli strumenti, però ci sono. L’ultima scossa di rilievo venne registrata a giugno, poi quelle di ieri.