Palermo, out Claudio Fava in campo Giovanna Marano

Sel, Idv, Verdi e Federazione della sinistra hanno deciso di candidare la ex leader siciliana della Fiom, Giovanna Marano. La telefonata in cui Rita Borsellino non ha accettato di candidarsi è arrivata come una doccia gelida nella sede dell’Idv. A questo punto Idv, Sel, Verdi e Federazione della sinistra sono stati costretti a trovare, nel giro di poche ore, una alternativa a Rita Borsellino. Dai partiti era arrivato il pressing sul senatore Fabio Giambrone che, però, non ha accettato.

“La scelta di Giovanna, dirigente del movimento sindacale, protagonista delle più importanti vertenze operaie in Sicilia, raccoglie la sfida sul lavoro e sui diritti sociali che sono al centro del nostro programma di governo”, ha detto il “ritirato” Claudio Fava a proposito della nuova candidatura. Il problema è nato dal ritardo con cui Fava ha presentato la sua richiesta di trasferire la residenza in Sicilia, cinque giorni che hanno pregiudicato la sua candidatura. L’altra ipotesi, cioè un ticket tra il senatore Fabio Giambrone e Claudio Fava sembrava tramontata dopo alcune perplessità espresse dal segretario regionale di Idv.