Cisternino, ad avere la peggio il macchinista Giuseppe Campanella

78

Una giornata tristissima per la Puglia che piange per l’incidente ferroviario che ha causato un morto e venticinque feriti, di cui, secondo le ultime stime diramate da Trenitalia, dieci ricoverati e quindici medicati e poi subito dimessi. E’ il bilancio del deragliamento di un eurostar Freccia Argento, il 9351, partito da Roma in direzione Lecce, avvenuto a causa di un impatto con un camion, intento ad oltrepassare il passaggio a livello, quando la sbarra era già in fase di chiusura.

L’impatto è avvenuto in prossimità della stazione di Cisternino, nel Brindisino. Ad avere la peggio il macchinista del treno, rimasto ucciso nello scontro. Si tratta di Giuseppe Campanella, 50enne di Acquaviva delle Fonti.