Brunico, donne che decidono

La Commissione provinciale per le pari opportunità organizza un nuovo incontro informativo nei comprensori sul progetto Interreg “Donne che decidono” al quale aderisce. Ora è la volta della Val Pusteria. Giovedì 20 settembre 2012, alle ore 20:00, nella Sala del consiglio comunale presso il municipio di Brunico. La partecipazione è aperta a tutte le persone interessate.

Nelle posizioni direttive e decisionali, le donne rappresentano tuttora una ristretta minoranza. Per invertire questa tendenza è nato il progetto Interreg IV Italia-Austria 2011-2013 “Donne che decidono”. In sostanza, il progetto vuole dar vita a una piattaforma elettronica in cui scambiarsi conoscenze ed esperienze acquisite, rendere visibili le donne in una banca dati delle competenze, promuovere reti di coordinamento, rafforzare la coesione fra le donne nelle imprese, nella pubblica amministrazione e nella politica, e aumentare la percentuale delle donne che occupano posizioni davvero importanti.

Per l’Alto Adige al progetto aderisce la Commissione provinciale per le pari opportunità delle donne insieme al Servizio donna della Provincia Autonoma di Bolzano.

Il progetto “Donne che decidono” viene presentato mano a mano in tutti i comprensori dell’Alto Adige in collaborazione con i Comitati per le Pari Opportunità dei Comuni. Ora è la volra della Val Puteria. Giovedì 20 settembre 2012, alle ore 20:00, nella Sala del Consiglio Comunale presso il Municipio di Brunico.

La presidente della Commissione provinciale per le pari opportunità Ulrike Oberhammer e la responsabile di progetto per l’Alto Adige Astrid Pichler invitano tutte le donne interessate a partecipare alla serata informativa e, dal 12 settembre 2012 ad aderire alla nuova piattaforma elettronica delle competenze http://www.donne-eu.net/ .

Ulteriori informazioni sul progetto: www.provincia.bz.it/pariopportunita.

9 su 10 da parte di 34 recensori Brunico, donne che decidono Brunico, donne che decidono ultima modifica: 2012-09-11T08:17:22+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0